Latest News
Latest News

Ci sono anche due dipendenti, uno già in pensione, e l’altro in servizio, coinvolti nel giro di (presunte) tangenti pagate a rate e di appalti pilotati per l’affidamento dei servizi di ristorazione collettiva in scuole e istituti per anziani. Un sistema corruttivo, scoperto dalla Guardia di Finanza, che sarebbe basato, dietro pagamento, sul rilascio di informazioni riservate per mettere a punto bandi di gara personalizzati e confezionati “su misura” per l’azienda da favorire. Non solo. Sarebbe anche emerso che le “tangenti” venivano liquidate un po’ per volta  nell’arco della durata della fornitura. Operazione illecita (sub judice 11 contratti di fornitura e 11 arresti) per un valore complessivo di 39 milioni. Per quanto riguarda Cornaredo sarebbe venuto alla luce  un rapporto per così dire privilegiato tra un’azienda del settore della ristorazione e un dipendente comunale. Entrambi arrestati con l’accusa di corruzione. Intanto il sindaco Yuri Santagostino in una nota precisa che “le indagini in corso, condotte dal Comando provinciale della Guardia di Finanza, coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, hanno coinvolto a diverso titolo un dipendente a riposo e una dipendente in servizio nel Comune di Cornaredo. L’amministrazione sta fornendo la più ampia collaborazione, pure nella massima riservatezza che si conviene, all’espletamento delle indagini. Nessun rilievo è stato mosso agli amministratori che non risultano indagati. In riferimento alla dipendente indagata si stanno valutando i provvedimenti cautelari del caso ed è stata immediatamente disposta un’ispezione per verificare tutte le pratiche di gara gestite dagli indagati a maggiore tutela dell’amministrazione e dei cittadini”.

 

Lascia un commento