Latest News
Latest News

Il contratto del servizio di igiene urbana era scaduto il 31 dicembre scorso, ma è stato prorogato sino al 30 giugno prossimo per individuare nel frattempo una diversa più adeguata ed efficiente modalità di gestione. L’appalto ha un valore di oltre 6,5 milioni per 5 anni. L’amministrazione comunale ha avviato una generale ricognizione sulle modalità di gestione dei servizi pubblici locali a rilevanza economica. Le verifiche tuttora in corso sono culminate nella possibilità di considerare anche l’ipotesi della gestione in house della Amaga Spa con sede ad Abbiategrasso. Intanto la società in questione ha presentato la sua proposta, che esaminata nella parte relativa alla prestazione dei servizi, è apparsa risponde alle esigenze del Comune. 

Da qui l’incarico al responsabile del settore patrimonio e a quello del settore finanziario affinché, nell’ambito delle verifiche in corso circa la migliore forma di gestione dei servizi di igiene urbana, tengano conto anche della possibilità di una gestione in house, ognuno per le proprie competenze, considerando la proposta pervenuta da Amaga Spa per la gestione dei servizi di igiene urbana e di spazzamento meccanizzato e manuale delle strade comunali e del servizio di gestione della tariffa Tari. A ogni modo la modalità di gestione attraverso il sistema in house providing, stando all’attuale contesto normativo, risulta parificata alle altre modalità di gestione dei servizi pubblici locali a rilevanza economica (procedura con gara e affidamento a società con capitale pubblico/privato). E quindi l’eventuale assegnazione del servizio ad Amaga Spa del tutto legittimo, restando però ferma la necessità di svolgere un’accurata valutazione circa gli effetti benefici per la collettività, anche sotto il profilo economico, che derivano dell’utilizzo dell’in house.  

Lascia un commento