Latest News
Latest News

Anna Papetti

La nuova amministrazione comunale si è data come irrinunciabile priorità l’obiettivo di occuparsi dei cittadini e del bene comune. In municipio credono molto nell’impegno sociale e politico finalizzato al raggiungimento del bene della collettività. Anna Papetti, capogruppo della maggioranza, consigliera comunale delegata a cultura, tempo libero e associazioni, spiega in questa nota come ci si vuole occupare. “La compagine amministrativa si basa su tre principi basilari: creare benessere per la collettività e tutelare la cosa pubblica; partecipazione condivisa; responsabilità verso le generazioni future, intesa come utilizzo intelligente delle risorse del territorio e attenzione ai valori fondamentali del vivere civile, da trasmettersi a chi verrà dopo di noi. Non a caso il nostro programma pone alla base il concetto del ‘prendersi cura’. La nostra società infatti dimostra sempre più un atteggiamento “narcisista” nei confronti della vita, e questo significa focalizzarsi su di sé e sui propri bisogni e banalizzare i problemi che ci circondano. La proposta vuole cercare di immettere un seme di ‘coscienza’ che possa sanare questa propensione all’individualismo, riportando al centro il valore della relazione, riconoscendo il valore di ogni individuo. Passo ora ad informare sul mio operato come consigliera delegata alla cultura, al tempo libero e alle associazioni.

Sono passati solo due mesi dall’insediamento in comune ma ho dovuto subito fare i conti con l’emergenza sanitaria. Mi sono trovata purtroppo a fronteggiare da subito la chiusura della biblioteca. In accordo con i bibliotecari si è pensato a un’apertura alternativa attraverso una finestra posta all’esterno dell’edificio. In questo modo, previo appuntamento telefonico, gli utenti hanno potuto avvalersi del prestito, con tutte le norme previste dai vari Dpcm. Un ulteriore passo avanti nel settore cultura si è raggiunto con il prestito a domicilio. Con la collaborazione della Croce Bianca i cittadini impossibilitati ad uscire dal proprio domicilio hanno potuto usufruire di questo importante servizio, ricevendo il materiale librario presso la propria casa, sempre previo appuntamento telefonico presso la biblioteca. Nel frattempo si è pensato a qualche iniziativa per il Natale, nonostante i vari divieti posti dal Governo e il poco tempo a disposizione. Per dare rilievo a tutte le zone del paese si è pensato di allestire il villaggio di Babbo Natale in piazza san Giovanni Paolo II, nonché una piccola mostra di foto storiche del paese sotto il portico del municipio. Era previsto l’intervento della banda che avrebbe dovuto suonare inni natalizi per le vie del paese, ma il brutto tempo prima e il lockdown dopo hanno impedito questa iniziativa. Vorrei da ultimo spendere una parola sulle associazioni che danno un contributo notevole allo sviluppo della comunità dal punto di vista sociale, culturale e sportivo. Alcune di loro hanno la convenzione in scadenza; per qualcuna si è già provveduto al rinnovo, metteremo tutto l’impegno per risolvere la situazione già dall’inizio del prossimo anno”.

Lascia un commento