Latest News
Latest News

Il consiglio comunale ha deliberato lo stanziamento di 45.000 euro per far fronte all’emergenza in corso prevedendo la concessione di contributi straordinari a sostegno delle famiglie in situazione di temporanea difficoltà per il pagamento del mutuo sulla prima casa. Le domande vanno presentate entro le 12 del prossimo 1° marzo, previo appuntamento telefonico (02.93263.207 – 02.93263.213), nei seguenti giorni e orari: lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle 8:30 alle12; lunedì e mercoledì, dalle 17 alle 18:15. Le domande potranno essere anche inoltrate a mezzo scansione all’indirizzo mail protocollo@comune.cornaredo.mi.it. Alla domanda dev’essere obbligatoriamente allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità in corso di validità.

Beneficiari dell’agevolazione sono i nuclei familiari residenti in Cornaredo e per cui si sia verificata una caduta di reddito dimostrabile a causa dell’emergenza Covid-19: lavoratori dipendenti con rapporto di lavoro subordinato, lavoro parasubordinato, di rappresentanza commerciale o di agenzia; liberi professionisti e lavoratori autonomi; morte di un componente del nucleo percettore di reddito da lavoro subordinato o autonomo così come indicato nei due punti precedenti. Sono altresì ammessi i soggetti deceduti e percettori di reddito da pensione, purché inseriti nel nucleo familiare del richiedente risultante dalla rispettiva scheda anagrafica; – Isee ordinario 2020 in corso di validità, Isee corrente o Isee minori (in caso di nucleo con minori e genitori separati o divorziati non conviventi) con valore minore o uguale a 25.000 euro. Per tutta la durata del bando l’Isee di riferimento resta quello del 2020. Le domande saranno finanziate secondo graduatoria, previa verifica di tutti i requisiti previsti e riportati al punto A.2 del presente bando, sino ad esaurimento delle risorse disponibili come specificato al successivo punto C.2. Le domande ritenute idonee, ma non finanziate per mancanza di fondi, resteranno comunque valide e saranno valutate a scorrimento della graduatoria per futuri rifinanziamenti dovuti a eventuali disponibilità generate da non ammissioni, rinunce e/o decadenze di beneficiari già ammessi che precedono, oppure a seguito di nuovi stanziamenti per la medesima tipologia di contributo o di altro analogo. La misura prevede un contributo massimo di 1.500 euro a nucleo familiare, riconosciuto per il pagamento della rata/delle rate del mutuo prima casa indipendentemente dall’importo da sostenere, purché riferite all’anno solare 2020, comunque non superiore a 2 tre mensilità del mutuo (ad esempio: per una rata mensile di 300 euro il contributo massimo erogabile sarà pari a 900 euro). Non è prevista una soglia minima di spesa per la rata del mutuo in corso. L’agevolazione prevede la trasmissione, unitamente alla domanda di contributo, della seguente documentazione: quietanza di pagamento della rata del mutuo relativa ad uno dei mesi dell’anno 2020, o altra certificazione della banca attestante l’ammortamento di un mutuo in corso; dichiarazione Isee ordinaria in corso di validità, Isee corrente o dichiarazione sostitutiva unica presentata ai fini dell’ottenimento dell’Isee.

Lascia un commento