Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

L’area feste è al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica, ma non nell’agenda dell’opposizione in consiglio comunale. La Lega non è pervenuta, il Pd men che meno, il Gruppo indipendente è sparito dai radar prima ancora che si costituisse. Un’incredibile diserzione che la dice lunga come i cittadini vengono rappresentati in consiglio comunale. Ma quel che è peggio è che queste stesse forze sono già pronte a chiedere il voto per aggiudicarsi la guida del municipio. Maggioranza e opposizione per ragioni diverse uniti per cancellare l’ex sindaco Alfredo Celeste, ma non essendo granché afferrati in studi psicoanalitici non sanno che il rimosso ritorna puntualmente come un incubo che paralizza. Intanto c’è chi si chiede com’è nata la storia dell’area feste? 

Valentina Ceccarelli, che s’interessa attivamente della vita cittadina, ha pensato di mettere assieme le carte a sua disposizione per allestire un piccolo riassunto cronologico. “Non ho la pretesa -spiega-  di proporre la ‘verità assoluta’ sull’area, ma la verità che è uscita dalle carte che ho letto. Trattandosi di una questione strumentalizzata a più riprese per motivi diversi è inevitabile che cambia a seconda di chi la racconta. Tuttavia ho provato ad attenermi ai documenti, augurandomi d’aver fatto bene. In ogni caso ce l’ho messa tutta”. Stataleforum per gentile concessione ripropone la cronistoria. 


Lascia un commento