Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Ma gli automezzi del Comune sono tutti in linea con le norme regionali che mirano ad abbattere drasticamente i livelli degli inquinanti nell’aria? A sollevare la questione in aula è stato il consigliere comunale Ezio Manini (Vittuone insieme) con un’interrogazione in cui appunto chiedeva se fossero in dotazione autoveicoli di servizio rientranti nelle categorie Euro 0 benzina e diesel ed Euro 1 e 2 diesel. Ma dalla risposta dell’assessore Mario Scotti si è evinto che qualche problema c’è, anche se con le deroghe non vi sono violazioni alle direttive regionali e rischi di sanzioni. L’assessore prima ha elencato minuziosamente i mezzi a disposizione dell’ente, l’anno di omologazione e le tempistiche da rispettare per le revisioni.  Poi non ha potuto fare a meno di dire che l’autocarro ha più di trent’anni, ma le disposizioni introdotte con l’aggiornamento del PRIA prevedono eccezioni per tutti i mezzi appartenenti a soggetti pubblici che svolgono delle finzioni di pubblico servizio e pubblica autorità in fase di servizi di emergenza. Una rivelazione sorprendente, ma tant’è.
Tuttavia -ha aggiunto-  l’amministrazione è consapevole della necessità di provvedere alla sua sostituzione e che sarà programmata non appena si disporrà delle risorse necessarie. Certo che senza l’intervento del consigliere non si sarebbe saputo della vetustà dell’autocarro e che in tanti anni nessuno si è preoccupato di reperire le risorse per comprarne uno nuovo. Manini non è rimasto soddisfatto della risposta, ma ci ha tenuto a ribadire l’esigenza di programmare l’intervento e a sottolineare le responsabilità dell’amministrazione nel reperire i fondi necessari per la sostituzione dei mezzi non più adeguati.

Lascia un commento