Latest News
Latest News
Ma a che gioco gioca l’opposizione? A chiederselo è il capogruppo della maggioranza Danilo Patané, dopo il consiglio comunale di ieri sera in cui la minoranza ha mandato in scena una contraddittoria performance. 
 “L’opposizione -osserva Patané– è davvero stupefacente. Prima ‘bigia’ il consiglio comunale, non presentandosi all’appello… poi, alle 22.06, si affacciano timidamente le testoline dei consiglieri di minoranza e alla chetichella prendono posto in consiglio. Il risultato è stato che così hanno evitato di discutere i punti salienti dell’ordine del giorno, cioè quelli propri di una funzione pubblica di consigliere comunale. Una forma di protesta incomprensibile, poichè l’esercizio del compito istituzionale non può essere svolto in modo ondivago ed intermittente…”. Un comportamento pasticciato, ma tant’è. 

“A nostra volta come maggioranza -continua Patané– avremmo potuto abbandonare la seduta alla lettura dell’interpellanza del consigliere Gianni Curioni (visto che è già la seconda o terza volta che viene presentata e alla quale viene puntualmente data risposta), ma siccome siamo persone serie siamo rimasti ad assolvere il nostro dovere di cittadini eletti a una funzione pubblica. Peccato davvero, poiché se fossero arrivati in orario, ossia alle 21, avremmo potuto condividere il minuto di silenzio tributato dal consiglio comunale alle vittime del Bangladesh, a tutte le vittime del lavoro in particolare a quelli colpiti da malattie professionali di cui nei mesi scorsi abbiamo avuto esperienza di un lutto…”. Ma la minoranza ha evidentemente preferito interpretare il suo ruolo in altro modo. 
“L’opposizione -puntualizza il sindaco Alfredo Celeste– non ha le idee chiare, perché se da una parte non venendo in consiglio comunale pensa di delegittimarsi, dall’altra ci legittima appieno facendo interpellanze e chiedendo su questo o quell’altro argomento. Poi gli elettori le hanno dato il mandato di rappresentarli in consiglio comunale e così facendo tradisce anche la loro fiducia”.

Lascia un commento