Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Era in rotta da tempo con la maggioranza e le sue dimissioni non hanno sorpreso più di tanto, anche se date in un momento in cui sembrava che la situazione si fosse per così dire normalizzata. 
Certo il gruppo consiliare si aspettava che avesse la pazienza di attendere il confronto con il sindaco, una volta rimesso in libertà, prima eventualmente di risolversi a gettare la spugna. 
Non è stato così. E così la consigliera comunale Antonella Pigliafreddo (Pdl), che non aveva peraltro partecipato ai due consigli comunali ‘caldi’, ha rimesso oggi il mandato. La sua uscita di scena, anche se era nel novero delle previsioni, non sembra al momento preludere allo sfaldamento della maggioranza, ma certo non è un bel segnale per chi magari è incerto sul da farsi. Non solo dà nuovo slancio all’opposizione per chiedere di andare tutti a casa.

Le note vicende politico-giudiziarie sono state l’occasione per venire allo scoperto, poiché Pigliafreddo non era più in sintonia con la compagine amministrativa per via della mancata nomina ad assessore. Sì, perché quando la Lega nord è uscita dalla coalizione si aspettava, anzi ha reclamato la promozione ad assessore. Ma non essendo stata accontentata ha assunto un atteggiamento critico e adesso, ritenendo opportuno prendere le distanze dalla maggioranza in cui non si riconosceva più, si è sfilata.

 Curiosamente a subentrarle è l’ex assessore leghista Roberto Franchetti, che è il primo dei non eletti. Voleva il posto di Franchetti, ma ha finito per cedergli quello di consigliere comunale. 
Eppoi si dice che il destino è cinico e baro…

Lascia un commento