Latest News
Latest News
Francesca Sanna Sulis
L’appello dell’amministrazione comunale ai sedrianesi di suggerire dei nomi per intitolare le rotonde è stato raccolto. Infatti già diverse segnalazioni sono pervenute in municipio. Ma un nome è già stato scelto. 
L’occasione per denominare una rotatoria è stata offerta dal convegno sul banco da seta, che si è tenuto sabato scorso nell’auditorium comunale nell’ambito della “Giornata della solidarietà”.
La presenza di una rappresentanza dell’amministrazione comunale di Quartucciu, paese sardo, in cui Francesca Sanna Sulis ha trasformato i magazzini della sua casa in laboratori per la lavorazione della seta per poi esportare in Piemonte e Lombardia la produzione, ha dato lo spunto. 

Sì, perché l’imprenditrice sarda è stata idealmente associata a Sedriano, perchè il baco da seta nei tempi che furono rappresentava una fonte di guadagno per le famiglie degli agricoltori locali, impegnati fin dalla più tenera età nella cura dei preziosi animaletti. Da qui l’idea di una collaborazione che possa sfociare in una continua collaborazione fra i due paesi. Il sindaco Alfredo Celesteha proposto di intitolare una delle rotonde stradali di recente costruzione proprio a Francesca Sanna Sulis, a testimonianza dell’ammirazione per una donna che ha precocemente e coraggiosamente precorso i tempi. “La proposta -afferma l’assessore alla cultura Silvia  Scolastico è stata accolta con entusiasmo dal presidente dell’associazione culturale sarda ‘A. Nazzari’ Franco Saddi, che si è impegnato, a nome di tutti gli amici sardi, di provvedere alla manutenzione del manufatto. Un ideale ‘gemellaggio’ che lascia prefigurare nel prossimo futuro altri eventi”.

Lascia un commento