Latest News
Latest News

Il patto di stabilità è un’affilata spada di Damocle sugli enti locali. E così ridurre l’indebitamento è un’esigenza imprescindibile per non ritrovarsi con l’impossibilità anche di eseguire semplici manutenzioni.
L’amministrazione comunale, consapevole dell’esigenza di abbassare le passività a carico del bilancio per ritagliarsi margini di manovra, ha deciso di estinguere alcuni mutui proprio per alleggerire la stretta finanziaria. 
Un’operazione sicuramente conveniente: si riducono le spese, si contengono gli effetti del taglio dei trasferimenti 2012 e ci si sottrae alle maggiori limitazioni imposte dal patto di stabilità 2012/2014. Insomma un vantaggio non proprio trascurabile. 
Si tratta di estinguere anticipatamente 7 mutui contratti con la Cassa depositi e prestiti per un valore di 556.953,62 euro.
“Con l’estinzione dei mutui -afferma il sindaco Alfredo Celeste– riduciamo l’indebitamento dell’ente e per di più possiamo utilizzare le risorse introitate per oneri di urbanizzazione che altrimenti sarebbero rimaste congelate per via dei limiti imposti dal patto di stabilità nel triennio 2011/2013. La quota da pagare annualmente per interessi e rimborso di capitale si riduce di 55.070,34 euro già a partire dal prossimo bilancio 2012. Il che ci permette di compensare parzialmente il taglio dei trasferimenti erariali”.

Lascia un commento