Latest News
Latest News

“L’Amministrazione Tenti in questi cinque anni si è impegnata in maniera evidente a livello finanziario per la sicurezza e la funzionalità delle strutture scolastiche”, afferma l’assessore Antonio Miglio, esponente del Comitato Tenti.
Tra manutenzioni ordinarie e straordinarie il Comune ha impegnato risorse per circa 800.000 euro a cui vanno aggiunti 1 milione di euro all’anno per il diritto allo studio, convenzione con l’istituto comprensivo e tutti quei servizi che l’amministrazione annualmente stanzia e impegna per l’istruzione pubblica.

“Queste cifre chiudono -afferma Claudio Zenaboni, coordinatore del Pdl cittadino- una volta per tutte le polemiche che la sinistra crea per screditare l’amministrazione. I problemi di infiltrazioni d’acqua che si sono verificati nella settimana in cui tutto il nord Italia ha subito episodi anche molto gravi non erano prevedibili e soprattutto sono scaturiti dal forte vento che ha di fatto spostato e rovinato alcune tegole del tetto”.
“L’impegno costante per il bene dei nostri figli -chiarisce l’assessore Miglio– è individuato anche nell’attenzione con cui l’Amministrazione sta operando per il futuro delle strutture scolastiche di Vittuone. All’inizio dell’anno scolastico è entrato in funzione il nuovo centro cottura presente nella scuola di via Gramsci che serve tutte le strutture scolastiche del paese, e questo è solo l’ultimo intervento di molti altri effettuati in questi anni”
“Domenica 27 saremo in piazza per distribuire dei volantini -conclude Zenaboni– che diranno a chiare lettere e soprattutto chiare cifre quanto questa amministrazione in questi anni si è impegnata per i giovani studenti. Inoltre siamo già pronti per il prossimo mandato amministrativo dove l’impegno per l’istruzione pubblica sarà triplicato per realizzare appieno il programma elettorale che sarà ricco di importanti iniziative per la scuola”.
Ma per l’opposizione sono solo parole. 
“Oggi -afferma il consigliere comunale Angelo Poles– non ci sono risorse finanziarie per i Comuni, che devono perciò prevedere pesanti tagli nel proprio bilancio, ma a Vittuone si vive su un altro pianeta: ecco infatti che quest’anno, nel programma opere pubbliche, i 2,9 milioni previsti per la cittadella scolastica sono diventati addirittura 5 milioni,anche se non si sa come sarà finanziata”.

Lascia un commento