Latest News
Latest News
Le celebrazioni dedicate al IV Novembre hanno chiuso le iniziative promosse dal Comune per il  150° dell’Unità d’Italia.
Le manifestazioni sono state caratterizzate dall’attenzione alle giovani generazioni tant’è che la tradizionale messa di commemorazione dei caduti nella prima guerra mondiale si è svolta, a differenza degli altri anni, durante la messa festiva dedicata ai ragazzi.
Il corteo cittadino ha preso poi avvio davanti ai pennoni per l’alzabandiera e successivamente si è recato davanti al municipio per la scopertura della targa dedicata a Camillo Benso Conte di Cavour. Infatti l’unica targa riferita alla piazza e indicante il nome di Cavour è apposta un edificio privato. La piazza chiamata ‘piazza Grande’ fino al 1863 venne poi dedicata a Cavour protagonista del Risorgimento e scomparso subito dopo l’Unità d’Italia.

Per l’occasione sono state altresì riqualificate le aiuole circostanti il monumento ai caduti situato accanto alla piazza, attraverso la realizzazione dell’impianto di irrigazione automatica con ala gocciolante, pulizia, diserbo, fresatura, concimazione, posa di 15 essenze arbustive per aiuola ed essenze annuali da fiore.
”L’educazione delle giovani generazioni a conoscere e comprendere il significato istituzionale delle ricorrenze  -commenta il sindaco Monica Gibillini– è il modo più intelligente e lungimirante con cui possiamo celebrarle, per questo abbiamo voluto svolgere la messa di suffragio ai caduti della grande guerra durante la messa dei ragazzi, a differenza di quanto avveniva in passato.
L’apposizione sul municipio della targa d’intitolazione della piazza a uno dei protagonisti del Risorgimento -continua il sindaco–  insieme alla riqualificazione delle aiuole intorno al monumento ai caduti esprimono l’attenzione che l’istituzione comunale vuole e deve avere per la storia e per coloro che l’hanno vissuta così da sentirci ancora oggi parte di essa. Il miglioramento del decoro e dell’aspetto estetico di taluni luoghi pubblici è tra i progetti del nostro mandato”.

Lascia un commento