Latest News
Latest News
Ci fa piacere che Sinistra di Sedriano si preoccupi del bene della comunità, ma se facesse un po’ di autocritica sulle scelte compiute quando era al governo del paese scoprirebbe che sul centro commerciale, che oggi utilizza per bacchettare, più di  qualche manchevolezza l’ha fatta”. 
Il sindaco Alfredo Celeste, chiamato in causa da Sinistra di Sedriano sulle assunzioni al Bennet, fa chiarezza.
“Anzitutto la convenzione, stipulata con Bennet dalla precedente Amministrazione comunale quando Sinistra di Sedriano vi faceva parte, all’art. 5 stabilisce che” il gestore del supermercato alimentare reperisce la forza lavoro necessaria allo svolgimento delle sue attività in loco con preferenza per i cittadini residenti a Sedriano previo selezione”.
Come si può constatare  è un’indicazione molto generica e vaga e se si è riusciti a tradurla in numeri concreti è merito dell’attuale amministrazione comunale. Un risultato di per sé notevole. Poi le unità lavorative per il momento sono 120 in funzione del fatturato potenziale stimato, ma destinate a incrementarsi se il volume d’affare dovesse crescere. Le domande di assunzione all’origine sono state all’incirca 2000, che a un primo screening sono calate a circa 1500 essendo risultate ripetute nel tempo e si sono ulteriormente ridotte di circa altri 500 per via dei curriculum incompatibili con le esigenze del centro commerciale. Da qui circa 1000 colloqui per selezionare il personale”. 
“I 23 sedrianesi che hanno rinunciato all’assunzione ci hanno sorpreso, perché è apparso singolare che in un momento in cui si cerca lavoro in modo spasmodico, non si colga tale  opportunità. Ma è emerso che per alcuni le loro aspettative relative all’orario di servizio non erano in linea con le richieste dell’operatore e  altri che la retribuzione non era soddisfacente e, di conseguenza, hanno soprasseduto. In ogni caso l’Amministrazione comunale tiene alta la vigilanza, fermo restando che non può sostituirsi al sindacato per quanto riguarda i rapporti contrattuali. Resta l’amara considerazione che se non fossimo intervenuti noi per determinare meglio la convenzione parecchi aspiranti lavoratori sarebbero rimasti a casa. Conoscendo gli amici di Sinistra di Sedriano ci saremmo aspettati un riconoscimento per quanto fatto per l’occupazione  sedrianese invece di critiche  solo per partito preso senza, questa volta,  riflettere  seriamente sulle scelte errate fatte in precedenza”.
One thought on “Assunzioni al Bennet, Celeste replica a Sinistra di Sedriano: “senza il nostro intervento molti lavoratori sarebbero rimasti a casa””

Lascia un commento