Latest News
Latest News

SEDRIANO (26 settembre 2011) – La Lega nord lascia la giunta. Ma non è crisi. 
Il sindaco Alfredo Celeste ha infatti i numeri per andare avanti (13 contro 7). 
Il Carroccio, prendendo a pretesto l’acquisizione di Villa Colombo, si è chiamato fuori dalla compagine amministrativa.
Tuttavia non tutti i leghisti hanno ubbidito al diktat dei vertici provinciali. Il vicesindaco Adelio Pivetta, unico fra gli assessori  leghisti eletto dai cittadini, è rimasto al suo posto, ma è già stato scomunicato per la sua scelta. Roberto Franchetti ed Helga Giordano si sono dimessi, ma entrambi assessori esterni. 
E così una parte della Lega nord, quella senza espressione elettorale diretta e con scarsi collegamenti con la gente, si è risolta di interrompere anzitempo l’esperienza amministrativa per decisioni maturate non a Sedriano, ma altrove e con motivazioni non proprio convincenti. 
Il dissenso sull’acquisizione di Villa Colombo è sembrato più una scusa che una ragione valida per giustificare lo strappo, dal momento che l’operazione era contemplata dal programma amministrativo.
Del resto con tutti gli altri beni culturali distrutti (filanda, cascina da Vinci, giardini del Raja), Villa Colombo è l’unica a testimoniare le origini della comunità.
Un’operazione, che aldilà delle tradizioni e degli aspetti architettonici e culturali, è ritenuta vantaggiosa per l’interesse pubblico.
Ma evidentemente la strategia dei vertici leghisti era quella di dissociarsi,  a prescindere, dalla maggioranza e Villa Colombo è valsa a offrire una comoda via d’uscita.
Intanto dal fronte della maggioranza si è preso atto serenamente della decisione. 
Il sindaco sta già pensando a individuare i sostituti dei dimissionari assessori leghisti per continuare il lavoro e ridare slancio all’azione amministrativa con nuove idee e proposte. 
“L’acquisizione della Villa Colombo -si legge in un comunicato della maggioranza- era ed è un punto fondamentale  del nostro programma di mandato, condiviso ovviamente anche dalla Lega.
Portarlo  a compimento è un dovere verso i nostri elettori e per il bene del paese. Tuttavia, pur fornendo tutti i chiarimenti necessari e doverosi, i nostri alleati hanno preso una decisione che ci lascia qualche perplessità.
Continuiamo, comunque, a lavorare instancabilmente sperando che gli amici leghisti rivedano la loro scelta e diano il loro significativo contributo per la conclusione di questo quinquennio”.
One thought on “Mezza Lega nord esce dalla giunta, ma non è crisi”
  1. Ma che cosa hai scritto la Villa Colombo è una mera speculazione edilizia e lascerà ai sedrianesi un buco nelle casse comunali talmente grande che per i prossimi anni le risorse andranno disperse.
    Comunque questo è solo il primo atto chi vivrà vedrà e ci sarà tanto da ridere

Lascia un commento